lunedì 13 ottobre 2014

Doc L'ove: l'amore interspecie casto e romantico...

oggi doc l'ove è in lutto. 
questa nn è una puntata per ridere, è una puntata per sorridere ricordando un grande gatto.
ciao vörös

 

ciao cucciolo che sapevi aprire il frigo, ma nn le porte, perché nella casa in cui ti ho cresciuto il frigo era piccolo e facile da aprire, le porte avevano la maniglia rigida e tu eri troppo leggero, ci hai provato solo finché eri cucciolo. poi quando siamo tornati da mammà e vedevi dafne che le apriva la guardavi e restavi sbalordito, ma mica ci provavi.
ciao piccolo erotomane che cercavi di abusare di quella simpatica scorbutica che era dafne (bellissima anche lei, ma sprucidina) pure se eravate sterilizzati tutti e due.
ciao peste che cagavi nelle stanze dei coinquilini stronzi tanto per dire: aò, lasciala in pace, hai capito?
ciao peste che all'ennesima coinquilina terrificante, scassalkazzaja, che si guardava bene dal dimenticare la porta aperta, hai cacato due volte nella mia stanza, sul parquet, sciolta pure, perché oramai pensavi: aò, una volta è sfiga, due, pure, 3 evvabbene... ma stavolta è colpa tua! nn li sai scegliere! interpella un'agenzia, fai qualcosa, poi questa è proprio insopportabboly!
ciao micio che ti lasciavi strapazzare e imbacuccare o trasformare in supereroe per le mio foto.
ciao sex-symbol felino, che seducevi tutti, maschi e femmine, ma ci tenevi a specificare che eri maschio macho ed etero, quindi guai a indugiare troppo in carezze sul culetto (soprattutto dopo la visita con termometro inserito proprio lì, ma come si sono permessi?!) ti voltavi, soffiavi e morsicavi! tipo alex drastico: davanti, pour femme "ai ev a drim" di dietro "nn credo proprio!".
e che convertivi quelli che nn amavano i gatti in amanti dei gatti, e pure quelli che ne avevano paura, pure una bimba, una decina di giorni fa, e anche il figlio dei vicini...

ciao piccolo droga(t)to che quando trovavi un pacchetto di sigarette incustodite lo facevi a brandelli, ti mangiavi le sigarette, ti rotolavi come un ossesso... (ho dovuto smettere anche per questo...)
etc...


ciao piccolo amore.

giüs 

3 commenti:

  1. la prima volta che l'ho portato al pronto soccorso veterinario, era d'estate, mi pare, aveva un annetto. sono arrivata lì tutta preoccupata e mi hanno guardata come fossi pazza: aveva un taglietto a una zampa, se l'era fatto camminando su dei cocci appena caduti. mi fanno: ma perché ce l'ha portato? è solo un taglietto...
    ma nn rischia di prendersi il tetano?
    mi hanno rimandata a casa con un calcio virtuale in culo e senza chiedermi soldi... ma per un momento devono aver pensato che forse avrebbero dovuto far ricoverare me...

    RispondiElimina
  2. L'hai amato e questo e' bellissimo ora lui riposa in pace. Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Grazie, pure da parte di Vörös, nell'alto dei cieli - ieri notte c'era una mezza luna luminosissima che spuntava da dietro le nuvole e poi il cielo si è aperta, a Milano. L'ho preso come il suo saluto. Un abbraccio da tutti e due.

    RispondiElimina