giovedì 22 marzo 2012

Ricetta di Marzo: torta di spinaci vegan :)

Ok... questa è una ricetta piuttosto farlocca, perché non c'è poi molto da fare, ma non volevo abbandonare la tradizione delle ricette mensili, quindi...

Per prima cosa... vi recate al supermercato e comprate un disco di pasta sfoglia (con grassi nn idrogenati, quindi non col burro, ma quasi tutte sono così...). Se volete fare una torta molto grossa, per molta gente, prendete due dischi e con uno ci fate il sopra e con l'altro il sotto della torta di spinaci.

Poi, se avete voglia di sbatti... (cielo, inizio a somigliare alla rubrica degli sgami della nonna... mi manca solo una parrucca bianca, un orrendo tailleur e qualche ruga..., imbottiture varie...) insomma, se volete potete prendere gli spinaci veri, lavarli per benino, fare il soffritto (io preferisco con l'aglio) e poi cuocerli in una pentola... se no prendete degli spinaci surgelati (vedete voi se risparmiare o prendere quelli fighi) e ci fate quello che c'è scritto sulla busta.
Poi andate...anzi prima, sarete passati dal negozio bio a prendere la panna di soya bio, ma meglio ancora, quella di AVENA, ricordate questo nome: AVENA!
È molto più buona.
Poi fate voi, se proprio proprio la volete super-bio la torta o se vi basta un po' bio e vegan, prendete le uvette al bio o al super e le noci (sgusciate o meno... secondo me alla fine convengono sgusciate, perché se nel peso netto che vi vendono ci sono i gusci... significa che pagate pure quelli che, suppongo, non mangiate...).
Accendete il forno a circa 180-190°. Srotolate la pasta sfoglia nella teglia. Mescolate a parte spinaci, uvette e noci (briciolate in pezzetti nn troppo piccoli), se volete ci mettete un po' di noce moscata, più ovviamente sale e olio, riempite la torta e dimboccate i bordi in modo da lasciar scoperto solo un cerchiolino al centro nel caso della torta con un solo disco, nel caso della torta con due dischi (e quindi molto più ripieno) coprite la base con il secondo disco, richiudete il tutto ai bordi, magari con un po' d'acqua e fate una crocettina al centro che serve ad evitare che la torta si gonfi ed esploda durante la cottura. Fate una crocettina e sollevate le punticine, gli spigolini, che si formano al centro, come a formare un piccolo fiore a 4 petali... chiaro?
Deve stare in forno circa 30 minuti. Mettete un primo timer a 20 e controllate.
È molto buona e anche leggera.

E così anche Marzo è a posto... massì, faivederecheabbondiamo!... ;)

Il fatto è che: Lars Von Trier ci odia tutti. Uno per uno. Personalmente!

Ora... inizialmente avevo pensato di fare una vera e propria recensione, ma poi in fondo non sono certo laureata, né ho mai studiato, storia del cinema, ho solo visto molti film.
E poi c'è la videorecensione di Mereghetti.
Io volevo solo aggiungere alcune considerazioni.

Ho trovato una recensione positiva e per dovere di cronaca la riporto. Solo che bisogna notare cosa dice, nel suo esprimere approvazione per il film: “Il film è un bel film, secondo me. Negativo, cupo, spietato, un po’ ingenuo e superficiale in certi passaggi, cosmicamente pessimista, interessante nell’analisi psicologica dei personaggi, stilisticamente impeccabile, con richiami visivi espliciti al preraffaelitismo di Dante Gabriel Rossetti, basti vedere la sua Ophelia e l’immagine di Kirsten Dunst nel fiume”
Peccato solo che la Ophelia che ci mostra sia quella di Millais, ma va be'...
E che tutti quelli che descrive come motivazioni del suo apprezzamento siano difetti.
Inoltre lo stile e l'estetica non sono tanto in discussione, non è certo quello il punto in cui i film di Von Trier difettano.

Ecco il link di tutta la recensione:


Credo che questa sia la principale piaga di internet. Il fatto che ognuno possa convincersi di essere un esperto di qualcosa e possa iniziare a strapararle dandosi un tono... il che potrebbe valere anche per me, ma io, per fortuna, non penso, in questo momento, di essere un critico cinematografico.

Ad ogni modo, qui c'è il link della recensione di Mereghetti.



Ma veniamo al dunque: la prima notizia, quella che mi pare importante condividere con tutti è che: LA FACCENDA DEL PIANETA ENORME CHE DISTRUGGE LA TERRA È UNA VACCATA!

Non può succedere, è così improbabile, che non può praticamente succedere, me lo ha detto un eminente astronomo italiano che lavora a Marseille.
Per consulti personali vi posso mettere in contatto a prezzi modici...

Sgombrato il campo da angosce che Lars ama suscitare e che portano il Meregetti a definirlo menagramo, porta-sfiga, etc... - posso dire solo che sono giunta alla conclusione che Lars semplicemente ci odia. Tutti. Uno per uno.
Personalmente!
Perché?
Difficile a dirsi... un'infanzia difficile, la visione della sua stessa faccia allo specchio di prima mattina, dosaggio di psicofarmaci troppo basso o troppo alto... però è così! Quale altra persone in buona fede farebbe morire Björk?

All'inizio pensavo che fosse misogino... ma in realtà Lars non discrimina, odia proprio tutti!
L'ho rivalutato dopo The Kingdom, scritto e girato benissimo, con una riproposizione del coro greco, simboleggiato dai due down lavapiatti, che portano avanti la narrazione, perché, come dicono sia il suo sconosciuto estimatore che Mereghetti, ha doti narrative e d'artista visuale indiscutibili e notevoli.
Però ci maltratta!
Entri al cinema, ingenuamente, per seguire una storia, più o meno edificante, che ti faccia pensare, etc...
E lui ti mette davanti dei personaggi, più o meno eccentrici, più o meno equilibrati...
E ti ci fa affezionare... E POI LI DITRUGGE!
Con la cattiveria di un infante (problematico) che schiacci gli omini che ha appena modellato assieme a te con un martellone di legno! E schiaccia, e pesta, e li riduce in poltiglia mentre tu ti chiedi e gli chiedi: ma perché?
Ma che ti hanno fatto?

Lars... che cosa ti abbiamo fatto?

Comunque, adesso che c'hai sterminati tutti... va bene così? Sei soddisfatto? O intendi ricominciare da capo -da bravo enfant terrible troppo cresciuto?

La critica è importante, è fondamentale... ma deve tendere a un miglioramento. Quello che fa Von Trier si può definire una pura e semplice vendetta: il mondo fa schifo e tié, beccatevi questa, soffrite bastardi!!!!

Beh... ma anche no, Lars, anche no!

lunedì 12 marzo 2012

tabula rasa

sì.
sprofondando nell'oblio
-notturno
gelido
e lattiginoso-
ad ogni passo
alle caviglie
alle ginocchia
ai fianchi
piano piano
fino ai capelli
giù
giù.
finché resti un solo suono
un sibilo
sottile e tagliente
dal mio centro fino al cielo.
oscuro.
rabbioso.
stanco.
sereno, infine,
e disteso.



teso e stridente silenzio.
un nuovo inizio.


sabato 3 marzo 2012

Pisapia... fa' qualcosa di sinistra!!!

Mutuando l'invocazione di Moretti a D'Alema...

Perché io stavolta davvero pensavo che non mi (ci) avrebbero presa, scusate il francesismo... ma in fondo scrivo da Marseille, per cui ci sta... credevo che stavolta non ci avrebbero presi per il culo! Per lo meno non troppo!

Invece: coprifuochi, aumento del biglietto del 50% a cui non è seguito nessun miglioramento del servizio, via l'ecopass, certo!, "via questa tassa sulla poverta'!", ricordo queste testuali parole... e bienvenue alla Congestion Charge!, ronde di vigili al sabato sera (a tirar su soldi con le multe, evidentemente!), nessun provvedimento sull'assegnazione delle case popolari, taglio della spesa flat (che per caso la sinistra dovrebbe spendere qualcosa per il sociale? nàààà!!!) e per finire questo:

salgo sulla navetta per l'aereoporto (tra parentesi, milano è riuscita a sfraganarli fino all'ultimo secondo prima della partenza con un simpatico sciopero della metro... e così prima ho pagato 1 euro e 50 (!) per il filobus.... e poi altri 9 per il taxi!) e sul sedile di fianco al mio giace uno di quei giornaletti free-press. Non so per quale masochistico istinto decido di aprirlo (forse per distrarmi dalla mia fobia per il volo... a proposito, quando salite su un aereo, soprattutto uno economico, con le file di sedili belle vicine vicine, ricordatevi di non prendere posto mai davanti a un ragazzino di 5/6 anni... i vostri nervi ve ne saranno grati!).
...dicevo apro il free-press e cosa ci trovo: commercianti contro l'areaC (sììì!!!) e mi sorprendo ad esultare... pensando che almeno a quelli dovranno dargli retta... una minima... anche se non sono di "sinistra" -no perché, certo, l'inquinamento va fermato, il traffico a Milano è un delirio... ma se io per arrivare da viale padova ai navigli mi faccio tutta la circonvallazione perché dal centro non si può passare senza pagare... non faccio un giro più lungo, inquino di più e intaso maggiormente il traffico?
eh, ma tu dovresti prendere i mezzi...!
che la mattina sono pieni come gironi infernali e non sono in ogni caso una valida alternativa per chi gira tutto il giorno per lavoro, come per esempio un elettricista o un idraulico...

Ma la cosa più bella e rincuorante è stata questa: un tale D'Afonso, che si occupa adesso di problematiche come lo sciopero delle luci indetto dai commercianti per protestare contro la Congestion Charge... si sta occupando anche di risolvere un grave problema della città di Milano, che ci sta molto, ma molto a cuore!

La piaga dei venditori ambulanti intorno al Duomo, sapete quelli con quei loro carretti con le bibite, semini per i piccioni, caldarroste d'inverno, cocchi d'estate, granite, etc?
Sì, sono molto antiestetici e bisogna farli sgombrare, per lo meno ridurne il numero...

Ora, non voglio prendere per oro colato quello che ho letto su un giornaletto come Leggo o Metro...

Però se è vero... voglio essere pagata per il concerto in cui ho cantato gratis per la campagna di questo signore, il Pisapia, e rivoglio i 2 euro che ho pagato per votare alle primarie e che non si permettano mai più di scrivermi una mail.
Ma soprattutto... la prossima volta piuttosto voto Movimento 5 Stelle che per quanto patrocinato da un personaggio instabile di cui non sempre condivido le esternazioni (quale quella sul diritto dei figli degli extracomunitari alla cittadinanza... lui dice che non serve) per lo meno non vogliono soldi pubblici, sono contro la TAV, etc...
E mi spiace dirlo, era proprio vero, come diceva, appunto Grillo, votare Moratti o Pisapia non cambiava un bel nulla! Ha solo dato una bella spallata al nano... ma di fatto, la politica del comune è rimasta invariata!

(se non peggiorata.. per lo meno per quello che ne so, perché se hanno in caldo bei progetti, diobono, dovrebbero darsi da fare per pubblicizzarli un pochino perché io proprio non ne ho sentito parlare! quante chance di rielezione ci sono secondo voi? "sforza" italia è lì, pronta a riprendere il possesso di palazzo marino, è solo questione di tempo!)


Comunque a Marsiglia si sta una favola, la gente è simpatica e a tratti stravagante, alle jam (per chi bazzica) non sono solo educati, ma anche simpatici e molto accoglienti.... e c'è il mare!

Io un pensiero ce lo farei....